Il nostro approccio ESG

La nostra filosofia:

pensare al futuro

In presenza di tassi di interesse negativi e di un’inflazione nell’ordine dell’1,0-1,5%, la gestione patrimoniale impone il ricorso a soluzioni complementari da affiancare ai tradizionali pilastri rappresentati dai fondi in euro o dai titoli di Stato. Se dunque vogliamo aiutare i clienti a investire nell’economia reale riducendo la quota di obbligazioni governative nell’asset alllocation, dobbiamo riconoscere che il cambio di paradigma del risparmio finanziario è molto più profondo di quanto appaia. Al pari delle conseguenze dirette e indirette della crisi di Covid-19 e al di là della stessa emergenza sanitaria, l’evoluzione della società sconvolge le vecchie abitudini e ci proietta nel futuro.

Il settore della finanza e in particolare quello della gestione patrimoniale assumeranno maggiore importanza nella definizione del mondo futuro.

Dal canto suo e nel pieno rispetto delle linee guida di Natixis Investment Managers in materia, Dorval Asset Management aderisce totalmente all’impresa. Il nostro approccio, sostenuto da tutti i collaboratori di Dorval Asset Management, è autentico e sincero, impegnato e credibile.

 

La nostra attività di engagement:

investire in modo responsabile nel rispetto della nostra responsabilità fiduciaria

In qualità di investitori di lungo periodo, siamo convinti di avere un ruolo rilevante nell’orientamento dei risparmi finanziari verso un’economia più responsabile e sostenibile. Una transizione in cui si inserisce la nostra attività di engagement, che mira a influenzare gli attori dell’economia reale e a spronarli ad adottare buone prassi ambientali, sociali e di governance. Il nostro status di investitore responsabile ci impegna non solo nei confronti di clienti e partner, ma anche verso le aziende partecipate.

Dal 2004, Dorval Asset Management punta sul dialogo fra azionisti e società partecipata, adottando un approccio pragmatico e collaborativo basato sulla presenza nel capitale sociale (a sua volta rafforzata dalla politica di voto di Dorval Asset Management) e su incontri periodici con i vertici aziendali. Questo approccio alla governance si rifà alla filosofia della gamma Manageurs e del fondo che le ha dato il nome, Dorval Manageurs. Tuttavia è in base ai tre capisaldi E, S e G che vengono eseguite l’analisi extra finanziaria dei titoli dell’universo di investimento e la valutazione dei dirigenti.

 

 

Il nostro approccio:

pragmatico e collaborativo

La nostra politica di investimento responsabile abbraccia anche i principi ambientali, sociali e di governance (ESG). Si applica a tutte le strategie di gestione e si avvale di:

  • una politica di engagement dell’azionariato
  • una politica di esclusione e gestione delle controversie
  • l’integrazione sistematica delle questioni ESG nelle quattro colonne del processo di gestione, avvalorata dalla metodologia proprietaria di rating ESG di Dorval Asset Management per la selezione titoli.

Questo tipo di engagement è stato ufficializzato nel 2019 con l’adesione ai Principi per gli Investimenti Responsabili dell’ONU (UNPRI). Da allora, Dorval Asset Management si impegna, insieme ai principali operatori francesi e internazionali, a promuovere una finanza sostenibile.

 

DInoltre, Dorval Asset Management adotta una politica di esclusione settoriale che, senza prescindere dai principi ESG, mira a eliminare dall’universo di investimento le società attive nei seguenti settori: 

Armi controverse

Armamenti [1]
Carbone[2]
Tabacco

[1]  Esclusione dall’universo di investimento di tutte le società che generano oltre il 20% del fatturato da questo settore

[2]  Idem

 

Le nostre risorse:

un modello ESG proprietario su cui fondare le nostre convinzioni

 

Ci avvaliamo di una metodologia ESG proprietaria tramite la quale, sulla base delle informazioni fornite dal nostro partner MSCI e dei risultati delle ricerche interne, assegniamo un punteggio agli emittenti dell’universo di investimento di ogni fondo. Tale metodo si basa sui seguenti principi:

  • determinazione e ponderazione interne delle questioni ESG, tenuto conto delle specificità settoriali e geografiche e della capitalizzazione di mercato
  • rating ESG di ciascun emittente in funzione della rispettiva esposizione alle questioni individuate e della relativa gestione.

A tal fine, i team di gestione e gli analisti finanziari e non finanziari valutano 37 temi ESG a fronte di una serie di indicatori qualitativi e quantitativi, concentrandosi in particolare su 12 aspetti.

Governance:

  • rispetto dei principi fondamentali della governance aziendale (qualità del consiglio di amministrazione in termini di diversità, indipendenza, competenze, rappresentatività; allineamento degli interessi con quelli degli azionisti, struttura del capitale, rispetto degli azionisti di minoranza, qualità dei report finanziari e della contabilità)
  • lotta alla corruzione

Ambiente:

  • emissioni di carbonio
  • trattamento dei rifiuti
  • stress idrico
  • biodiversità e gestione dei terreni
  • opportunità nelle tecnologie verdi e nell’energia da fonti rinnovabili

Società:

  • gestione del lavoro
  • gestione della sicurezza dei collaboratori
  • gestione del capitale umano
  • protezione dei dati personali
  • qualità dei prodotti

Tramite una valutazione rigorosa, misuriamo l’adesione ai principi ESG di ciascun titolo dell’universo di investimento. L’“intensità ESG” ha un peso nella composizione dei portafogli e nelle stime dei prezzi target.

 

Un principio solido:

l’allineamento della responsabilità sociale d’impresa (RSI)

Il nostro approccio all’investimento responsabile si applica naturalmente all’intera società. Nei rapporti con gli stakeholder e nella sua attività quotidiana, Dorval Asset Management si impegna ad adottare e osservare i principi di lealtà, equità e trasparenza e a ridurre al minimo il suo impatto ambientale.

Il percorso della RSI è lungo e continuo e c’è ancora molto da fare per aspirare all’eccellenza, tuttavia segnaliamo alcune iniziative di Dorval Asset Management alquanto singolari che hanno ottenuto grande successo.

 

Le nostre iniziative (esempio): la diversità presso Dorval Asset Management

Lo scorso 28 settembre 2020 Dorval Asset Management è stata premiata per le sue prassi in materia di diversità e parità di genere come “Best Workplaces For Women”. Già insignita dei titoli “Great Place to Work” e “Best Workplace France 2020”, Dorval Asset Management è la prima società di gestione francese a ricevere questo riconoscimento assegnato dal think tank “Agir pour l’égalité” del mensile Marie Claire (di cui fa parte l’istituto “Great Place to Work”) in associazione con il Connecting Leaders Club.

 

Le nostre iniziative (esempio): sponsorizzazioni e patrocini

Dal 2013, la nostra società di gestione sostiene l’associazione ROC VTT OZ EN OISANS con la quale ha creato il Team Compétition DORVAL AM che partecipa alle gare di MTB downhill e MTB trial. Sostenuto dai valori condivisi dell’impegno, della visione lungimirante, della flessibilità e della lucidità, il Team Compétition Dorval AM ha raggiunto i massimi livelli nelle due discipline.

L’eterogeneità è presente anche in seno al Team Compétition DORVAL AM, che vanta un palmares di successi con squadre femminili e maschili: una campionessa e una vice campionessa d’Europa e un campione e un vice campione d’Europa nel downhill, oltre a una campionessa e un campione di Francia nel trial.

 

 

Per saperne di più, contattare Laurent Trulès e Tristan Fava, coordinatori IR, (01 83 75 81 37 // email: nome.cognome + @dorval-am.com) che saranno lieti di rispondere alle vostre domande sugli Investimenti Responsabili e sugli approcci di Dorval AM.

Per inviarle un’offerta su misura, abbiamo bisogno di alcune informazioni aggiuntive.

Scegli il tuo profilo